PERSEVERARE E’ UMANO

Mi è capitato casualmente (ma esiste realmente il caso?!) di leggere questo libro di Pietro Trabucchi: Perseverare è umano. Ne ho tratto argomenti interessanti e confortanti sul tema della responsabilità personale. In particolare le argomentazioni che ritengo maggiormente utili, dimostrano la predisposizione del cervello umano ad affrontare le difficoltà sapendo mantenere la determinazione anche in carenza di risultati a breve, medio termine. Una riflessione per meglio comprendere che in sintesi è l’allenamento ad un certo modo di pensare che ci apre a nuovi standard di risultato. Per cambiare e finalizzare uno stato emotivo efficace all’azione anche in situazioni difficili occorre rinnovare il modo con cui pensiamo. Di facile lettura, ricco di esempi, pragmatico. Consigliatissimo. Cordialmente. Piero Camerone.